Credere nella bellezza dei propri sogni - La Penna Inquieta
18378
post-template-default,single,single-post,postid-18378,single-format-standard,bridge-core-2.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Credere nella bellezza dei propri sogni

Ho ritrovato, tra i miei appunti, questo pensiero scritto a ottobre dell’anno scorso. Mi piace condividerlo con voi, insieme a questa foto che respira di libertà, sotto l’Atomium di Bruxelles.

“Se c’è una cosa che della vita ho capito è che non bisogna mai smettere di credere nella bellezza dei propri sogni.

Tanti eventi accadono lungo il nostro percorso: talvolta ci interrompono, o ci fanno deviare, magari perdiamo fiducia in noi, negli altri, nei nostri progetti. Tutto diventa vacuo, inconsistente, inutile. Quante volte ci siamo sentiti impotenti e sopraffatti? A me è successo spesso.

Al contempo, però, ho sempre creduto nell’eco che si crea intorno a noi al sussurro di quella voce interiore, che sa molto più di quanto pensiamo: quando la vita me lo sottolinea, capisco che il caso è davvero cosa relativa.

Dentro e fuori sono specchi di una stessa realtà e, nel momento in cui finalmente te ne rendi conto, non vorresti essere più in nessun altro posto che non sia il tuo.”

 

No Comments

Post A Comment